domenica 22 ottobre 2017

Dieci


22/10/2017

"Non si parla del giorno dieci di dicembre -
hai capito!!!
Stiamo parlando di dieci mesi più in la ...
quando farai
il decimo anno di complesanno
con una torta millefoglie, che ti preparerò,
a forma di dieci."




giovedì 12 ottobre 2017

Cambio rotta

Il rumore di una scarpa che schiaccia le foglie secche d'autunno sveglia le formiche, che sfinite dissero al maresciallo"Togliti quelle scarpe  🙂 fai un chiasso infernale e svegli tutti gli insetti!" - il baffuto maresciallodai capelli che sembravano lunghe tagliatelle pronte per essere mangiate da un esercito di Mowgly, rispose: "Ok, state tranquille. Cambierò. Posso cambiare, vi prometto che toglierò le scarpe e mi metterò a piedi nudi, ovunque vada".  
Le formiche del Picaminus Gardensorprese dalla risposta, chiesero al maresciallo se potevano salire sul suo cappello ogni volta che andava a trovare i suoi alunni della Compagnia dei Battelli. Il maresciallo trovò questa idea molto bella a patto però, che le formiche rimanessero sul cappello. 
Fulicolì, fulicolà il maresciallo un giorno andò a trovare Marco un compagno dei battelli e dopo un tè in giardino disse: "Marco, battello mio, devo presentarti delle amiche". Così, il maresciallo si tolse il cappello e presentò al battelliere il formicaio che aveva sopra alla sua testa"Ti presento le mie amiche che sono venute con me perché volevano invitarti a camminare scalzo, per non essere vittima di una società che si disinteressa della natura" -   
disse il maresciallo a Marco.  
Da quel giorno anche Marco si tolse finalmente la prigione dai suoi piedi e abbandonò le scarpe nell'armadio senza la vergogna di camminare a piedi nudi. Stimato dalla gente per il suo coraggio e la sua costanza, tutta la gente del porto e tutti i suoi compagni battellieri, rimasero stupefatti per questa sua decisione.  
Uprofondo senso di cambiamento invase i compagni, che decisero come Marco, di camminare a piedi nudi ogni giorno.   
Durante le premiazioni della classe: "Compagnia dei Battelli", seguita per tutto l'anno senza mai smontare dalla barca, il maresciallo premiò la sua valida squadra, passando e conclamando ogni battelliere a piedi nudi. La Wave School, la scuola dell'onda, dove il maresciallo insegnava, rimase così stupefatta dal vedere i battellieri che impose a tutti gli studenti di presentarsi a scuola senza scarpe per preservare e rispettare il creato.

lunedì 4 settembre 2017

Come la penso su...

Come si può pensare? La pelle d'oca viene quando il desiderio di comunicare, il desiderio di aprire conversazioni non c'è ... Sto parlando del caso della Nord Corea che sta preparando un nuovo e incredibile lancio che raggiungerà gli USA. Una dittatura senza paragoni che ogni giorno alimenta paura per il mondo intero, senza, penso, la consapevolezza delle proprie azioni.
Un popolo inebetito che cerca ma non trova riscatto per paura di essere ucciso. Non credo che tutto il popolo nordcoreano sia a favore di un ragazzo di 33 anni ... non sarà così stupido!!! In ognuno di noi, ogni essere umano è dotato di saggezza interiore che guida la gente al bene. L'infanzia di Kim è stata problematica e solo ora risponde alle cose brutte che sta commettendo ... bisognerebbe catturarlo e portarlo in isolamento.    

martedì 29 agosto 2017

PIAZZA FONTANESI

24-26/08/2017

Verde e chiara manifesta
la piazza un dì di festa
nella tenerezza di un giorno rap.
Verde giace la piazza del pittore
dove, s’incontra gente, che seduta
ammira bar, forni, locali … spalancare
le porte all’oggi, che gattona
e un domani colmo di colore.
Case vive … case vere,
case di tanti colori, che
sotto l’ombra dei tigli, si aprono
per far entrare il profumo della primavera
e le sentinelle della notte.
In quella verde piazza ristoratrice
l’autentico suo volto
richiama le strade alla semplicità
di un’armonia, che per le lunghe andrà
sotto un cielo stellato
e un turbinio di incontri dorato


Damiano Cabassi

sabato 5 agosto 2017

GABBIANO DI OLTRE OCEANO

16/07-02/08/2017

Vola un gabbiano
in mezzo a barche che rientrano
nel porto californiano
per passare la notte
tra le palme di uno stato americano.

Murales che passano inosservati
dietro la scia di antenati,
che un tempo, non dovevano razionare
quell’acqua che ora
esce dal fiume avvistato.

Vola un gabbiano
in mezzo a barche che rientrano
nel porto californiano
per passare la notte
tra le palme di uno stato americano.

Piove acqua rarefatta
e il mondo ancora
allo spirito ecologico
non si adatta.  
Indigeno che sfrutta e tempesta che appare
spargendo paura da acquattare
la forza di comunicare.
Non seguo la corrente
perché non riesco ad essere conducente
e francamente … non porta a niente:
solo casino nelle strade
e colpa di essere in ritardo perennemente.
Mi sento un gabbiano
che vuole proteggere il suo cielo
piantando senza desiderare il divano.

Vola un gabbiano
in mezzo a barche che rientrano
nel porto californiano
per passare la notte
tra le palme di un continente strano.